• Ortensia Rosa Mambroni. La ciapamerlo
Ortensia Rosa Mambroni. La ciapamerlo

Ortensia Rosa Mambroni. La ciapamerlo

Non è mai corso buon sangue tra i "mangiamusche" bruinesi ed i "pistapere" sanganesi. Quando anche i santi parteggiano p er i pistapere, neanche un portierone come il Vittoriano riuscirà a salvare i bruinesi dall'annuale sconfitta calcistica, nel giorno della festa del paese di Sangano "Madona d'Agust". Ci vuole però l'intervento della "Ciapamerlu" per far perdere la necessaria lucidità al portierone della Bruinese. Tra spedizioni spionistiche, interventi delle rispettive giunte comunali e novene alla Madonna dei Laghi, ci si ritrova immersi nell'atmosfera dei primi anni sessanta. Quando i blu jeans erano ancora tabù per le ragazze di paese. Dove gli amori si costruivano al lume di candela nelle cosiddette "feste" in magazzini-granai, trasformati in discoteche. Personaggi quasi veri e di pura fantasia per una storia di amicizia e di ricordi. Un ritrovare luoghi e situazioni che hanno riempito quei giorni fantastici. Un miscela di ironia e di situazioni a volte paradossali, ma con radici profonde nella realtà di quegli anni irripetibili. Vedi di più