• Quando la differenza fa la politica
Quando la differenza fa la politica

Quando la differenza fa la politica

Qui non si indica la politica fatta dalle "donne in quanto donne", ma vuole cercare tracce e testimonianza di un altro m odo di intendere e di praticare la politica, un modo più efficace, sovversivo e inedito; un modo che mostri la donna come presenza viva e parlante e non come oggetto del discorso politico, non come una questione sociale o come una categoria colpita da determinate ingiustizie e violenze o, peggio come un criterio numerico da adottare per i consigli di amministrazione. "Quando la differenza fa la politica" vuole mettere in scena la parola autorevole delle donne, la competenza simbolica del reale che esse hanno o hanno avuto, e più che una questione di presenze o di quote, vuole lamentare l'assenza del sapere politico delle donne dalle analisi e dalle pratiche che la storia del pensiero filosofico-politico-economico ha raccontato. Vedi di più